8 motivi per cui il vostro e-mail marketing è sbagliato (e come risolverli)

8 motivi per cui il vostro e-mail marketing è sbagliato (e come risolverli)

Andrijana Trajanovska
Andrijana Trajanovska
27 Gennaio 2019
38

Il marketing digitale è fondamentale per la sopravvivenza di quasi tutte le aziende, e l’e-mail marketing è una grande parte di esso. La popolarità dell’email marketing non mostra segni di declino; infatti, come descritto in un recente sondaggio di poco più di 2500 marketer di email, il 58% ha in programma di aumentare i budget previsti per l’email marketing. Inoltre, il sondaggio mostra che, tra gli altri canali, l’email marketing è ancora all’avanguardia in termini di ROI.

Se siete sempre insoddisfatti dei risultati del vostro email marketing, saprete già quanto l’intero processo possa essere costoso e dispendioso in termini di tempo. Se vi trovate in questa situazione, bisogna prendere in considerazione la causa principale. Continuate a leggere per scoprire le sette cause più comuni per cui il vostro marketing e-mail potrebbe risultare inefficace.

1. Database email obsoleto

I database di posta elettronica si deteriorano naturalmente nel tempo. Le persone cambiano gli indirizzi e-mail o, a volte, semplicemente li disattivano. L’invio di e-mail che non raggiungono nessuno influirà negativamente il vostro ROI.

Come risolvere?

Dare priorità alla qualità del vostro database è un modo per affrontare il problema. Quindi concentratevi su come ottenere lead di qualità e cercate di tenere il database mantenuto e aggiornato.

È anche possibile eseguire l’e-mail appending. Questo processo verifica se gli indirizzi e-mail sul file sono attivi e contrassegna quelli che non lo sono. È possibile collaborare con una società valida che offre servizi di appending. Prendete in considerazione l’utilizzo di più fornitori per registrazioni o contatti aggiuntivi se i loro dati non si sovrappongono. Il fornitore(i) elaborerà quindi i dati di contatto dei clienti e fornirà gli indirizzi email mancanti quando possibile. Dopodiché, inviate semplicemente un’email di “richiesta di permesso” a tutti i nuovi indirizzi email. Questo consentirà ai destinatari delle e-mail di annullare l’iscrizione nel caso in cui non desiderino ricevere ulteriori comunicazioni. Ecco un esempio:

2. Oggetto dell’e-mail inefficace

Il sondaggio di GetResponse mostra che solo il 28% dei marketer testa il testo dell’oggetto, mentre il 51% dei marketer non testa né ottimizza le proprie attività di email marketing. Se l’oggetto della vostra email utilizza eccessivamente segni di punteggiatura o maiuscole o se contiene frasi fuorvianti, la vostra campagna di email marketing ne risentirà.

Come risolvere?

L’oggetto delle e-mail deve essere chiaro, intrigante e abbastanza accattivante per riuscire a catturare l’attenzione del destinatario. È possibile farlo implementando queste idee nel testo dell’oggetto:

  • Creare un senso di urgenza
  • Usare un’ emoji divertente e vivace
  • Offrire degli omaggi

3. Email totalmente impersonali

In base al report State of Email Marketing condotto da Industry, solo il 58% dei marketer utilizza tecniche di personalizzazione, mentre il 42% invia lo stesso messaggio all’intero database. Ciò significa che esiste il 50% di possibilità che qualsiasi cosa il destinatario abbia sottoscritto non sia pensato per soddisfare le sue esigenze o preferenze.

Come risolvere?

Fortunatamente, non è troppo difficile personalizzare le proprie e-mail. Seguite questi cinque passi:

  1. Stabilire obiettivi aziendali e soddisfare le esigenze del pubblico.
  2. Crea flussi di lavoro di automazione marketing.
  3. Segmentare la propria lista.
  4. Trasformare i dati in informazioni utili.
  5. Analizzare e ottimizzare.

4. E-mail fittizia e poco accattivante

Ci sono molte ragioni per cui le vostre e-mail potrebbero aver bisogno di un restyling. Ad esempio, esse potrebbero essere:

  • Difficile da leggere: questo potrebbe essere dovuto al fatto che le dimensioni del carattere siano troppo piccole, abbiano troppi colori o non siano abbastanza in contrasto con lo sfondo.
  • Troppo lunghe da leggere: la maggior parte delle persone ha poco tempo e una lunga e-mail potrebbe risultare seccante.
  • Concentrate su di voi: i vostri iscritti probabilmente si disiscriveranno dalla vostra mailing list se ogni email che mandate dice qualcosa tipo “Ehi, guardatemi sono il migliore! Comprate da me!” Le persone che aprono una email pensano solo una cosa: “Cosa c’è qui dentro per ME?”
  • Incoerenti: rispettare un determinato stile e la frequenza delle e-mail sono due elementi fondamentali per costruire il riconoscimento e una forte relazione con i propri lettori.

Come risolvere?

Se volete che i vostri destinatari leggano le vostre e-mail e interagiscano con esse, mantenete le e-mail brevi e concise! Includete sempre informazioni utili, suggerimenti e risorse che aggiungono valore. Inoltre, le varie e-mail che inviate dovrebbero avere un aspetto simile e dovreste inviarle regolarmente in modo che le persone sappiano quando arriveranno.

5. Mittente indistinto

Ricevere un’email da un indirizzo come info@XXXXX.com o sales@XXXXX.com può far sì che la vostra e-mail finisca nella cartella spam o direttamente nel cestino. Questo perché il mittente esatto è sconosciuto, il che appare sospetto!

Come risolvere?

Per rendere l’e-mail più autentica, utilizzate come mittente il nome e l’indirizzo e-mail di una persona reale. Questa piccola modifica non costa nulla e avrà un impatto positivo sui tassi di leggibilità dei messaggi.

6. Call-To-Action (CTA) poco chiara

Anche se la vostra CTA è perfettamente confezionata, ci saranno più persone che non risponderanno ad essa rispetto alle persone che lo faranno. Ecco perché una CTA chiara è più importante che mai.

Come risolvere?

Basta chiedersi: Cosa voglio che facciano i miei lettori dopo aver letto la mia email? Potrebbe anche non essere sempre un’esortazione a comprare qualcosa da voi. Potreste chiedere loro di iscriversi al vostro blog, seguirvi sul vostro nuovo canale di social media o visitare altre fonti pertinenti che supportano il messaggio contenuto nella vostra email.

7. Non interessante per il pubblico di destinazione

Non conoscere il proprio pubblico di destinazione e le sue caratteristiche, comportamenti, simpatie e antipatie sicuramente danneggerà la vostra campagna di email marketing. Ciò può portare ad un aumento dei tassi di disiscrizione, bassi tassi di apertura, bassi tassi di risposta e, in definitiva, bassi tassi di conversione nonostante tutte le azioni di email marketing.

Come risolvere?

Prima di inviare le comunicazioni e-mail a un pubblico di massa, dovreste segmentare il vostro mercato di destinazione, tenendo presente le loro esigenze e preferenze specifiche. Pianificate messaggi che possano interessare personalmente i vostri lettori e aggiungere valore alle loro vite.

8. Non ottimizzato per Mobile

State leggendo questo articolo da un dispositivo mobile? In base alle seguenti statistiche, è probabile che sia così. Secondo il report State of Mobile di Flurry, il tempo che i consumatori trascorrono utilizzando i telefoni cellulari aumenta di anno in anno. Nel 2017, il consumatore medio americano ha speso ben cinque ore al giorno sul proprio telefono cellulare. Gli ultimi dati per gli Stati Uniti mostrano come la maggioranza su multi-dispositivo domini, in particolare tra i millennial.

8 motivi per cui il vostro e-mail marketing è sbagliato (e come risolverli)

Come risolvere?

Ottimizzare le e-mail per mobile dovrebbe essere un must nel 2018. Non ci sono scuse. Questo è il minimo che potete fare, in quanto la creazione di una strategia di marketing mobile dedicata è anche qualcosa che le aziende hanno già fatto. Inoltre, utilizzate un design Web adattivo per modificare il layout e il contenuto in base alle dimensioni dello schermo di desktop, tablet e smartphone.

Pensa, modifica e testa. Ripeti.

Analizzate i flussi di lavoro del vostro email marketing per scoprire come convertire in modo efficace i potenziali clienti in acquirenti. Pensate alle risposte a domande come:

  • Di quali dati ho bisogno per inviare comunicazioni rilevanti?
  • Quali conclusioni posso trarre dai comportamenti di questi abbonati?

Quindi modificate la vostra campagna utilizzando uno o più degli otto suggerimenti sopra riportati. E infine, eseguite un live test per valutare i risultati.

Dato che il cambiamento è l’unica costante, praticate queste tre azioni al meglio per ottimizzare costantemente la vostra campagna di email marketing. Solo così sarete sicuri che i vostri investimenti nel marketing generino dei profitti.

 

– – –

Sondaggio Get Response: https://blog.getresponse.com/email-marketing-beyond-free-report.html

Report State of Email Marketing di Industry: https://www.getresponse.com/resources/reports/state-of-email-marketing-by-industry-2016.html?_ga=2.224355867.1640765200.1531213105-1167079931.1531213105

Report State of Mobile di Flurry: http://flurrymobile.tumblr.com/post/157921590345/us-consumers-time-spent-on-mobile-crosses-5

IMMAGINI:

Tempo speso dagli americani di App Category: https://www.flickr.com/photos/138382953@N08/32499326803/in/dateposted-public/

 

38 applausi
Applaudi il post se lo hai trovato utile!

Hai qualche commento da fare?

0 su almeno 100 caratteri
Pflichtfeld Maximal length of comment is equal 80000 chars La lunghezza minima del commento è di 100 caratteri

Ricevi giusto un’e-mail al mese per portare le tue capacità a un altro livello.

Iscriviti ora!

Controlliamo tutti i commenti degli utenti nel giro di 48 ore, per assicurarci che provengano da persone reali come te. Siamo lieti che questo articolo ti sia stato utile e apprezzeremmo davvero se spargessi in giro la voce.

Condividi subito questo post con amici e colleghi:

We check all comments within 48 hours to make sure they're from real users like you. In the meantime, you can share your comment with others to let more people know what you think.

Una volta al mese riceverai interessanti suggerimenti, trucchi e consigli dettagliati per migliorare le prestazioni del tuo sito web e raggiungere i tuoi obiettivi di digital marketing!

© 2019 WebsitePlanet.com. Tutti i diritti riservati.