RECENSIONI E OPINIONI DI ESPERTI WordPress.com

Classificato al 11 posto su 55 Creatori di siti web
4.6
Prezzi
Free $0
Blogger $4
Personal $5
Premium $8
Ezequiel Bruni
Ezequiel Bruni
Esperto dello sviluppo di siti web
WordPress è un website builder potente e flessibile che richiede un po’ di apprendimento, ma il tempo speso nella comprensione del suo utilizzo verrà ampiamente ripagato se il tuo sito web è una parte importante della strategia del tuo business. È più adatto ai siti con grandi quantità di contenuti.

Panoramica

WordPress.com

WordPress.com è Ancora una Buona Opzione?

Certo che si! Diamogli un’occhiata più da vicino.

Va bene, per rispondere in modo adeguato a questa domanda, dobbiamo prima rispondere ad un’altra: di quale versione di WordPress stiamo parlando?

Avrai notato che mi sono riferito a “WordPress.com”: non fare quindi confusione con “WordPress” (con il dominio “WordPress.org”), che è stato lanciato in origine come content management system (CMS) singolo e auto-hostato da installare gratuitamente sul tuo server di hosting senza limiti sulle sue funzionalità.

WordPress.com è un servizio a pagamento dove puoi ottenere un sito WordPress senza dover impostare, gestire server o occuparti di altri aspetti tecnici tu stesso. 

Anche se possiamo chiamare WordPress.com un “website builder” — ed è più o meno utilizzabile come tale… Non è proprio ciò di cui si tratta.

È comunque un normale CMS, ed in quanto tale, è dotato di un livello di potenza e flessibilità che Wix ed altri website builder più tradizionali non potrebbero mai essere in grado di raggiungere. Per questa recensione, in ogni caso, lo tratterò come un “website builder.”

WordPress.com è una enorme installazione di WordPress Multisite, una versione di WordPress che ti permette di operare più siti web con una sola installazione del software. È stato modificato per aumentarne la monetizzazione, e per rendere più facile ai nuovi utenti la creazione dei propri siti web.

Quando WordPress.com è stato lanciato nel 2005, era probabilmente il modo migliore per aprire e gestire un blog gratuito senza stress. Da allora, WordPress come CMS si è evoluto, ed è attualmente utilizzato per costruire praticamente qualsiasi tipo di sito web immaginabile, inclusi innocenti blog su maternità, sofisticati siti di e-commerce, social network complessi, ed addirittura i più oscuri ed orridi antri sul web (o almeno, credo).

Per questo motivo WordPress.com, che è praticamente lo stesso software, può anch’esso essere utilizzato per praticamente ogni tipo di sito web.

Combinando i numeri di WordPress.org e WordPress.com, potrai vedere che questo software opera oltre un terzo dei siti presenti su internet! (se vuoi sapere di più sui restanti due terzi, questi sono prevalentemente di dominio di Joomla, Drupal, e delle foto di gatti.)

Puoi utilizzare WordPress (qualsiasi versione) per costruire un sito-brochure di piccole dimensioni, magari cinque pagine più un negozio add-on; o in teoria potresti utilizzarlo anche per costruire il prossimo Facebook. Insomma, io non lo farei: per quello specifico esempio esistono opzioni migliori, ma il volume di contenuti che può gestire è quello, se sai fare le cose per bene.

Nel 2018, WordPress.com ha hostato circa 37,5 milioni di siti web, e probabilmente quel numero sta ancora crescendo. È disponibile ovunque non sia stato bloccato, e supporta dozzine di lingue (alcune delle quali non ho nemmeno mai sentito nominare). Sono disponibili un piano gratuito, alcuni piani piuttosto economici, e dei piani business ed e-commerce abbastanza abbordabili.

Ma passiamo al dunque: WordPress.com è adatto a te? Soddisferà le tue esigenze specifiche? Farai parte anche tu di quel terzo di internet che si affida ai suoi servizi? Beh, a cosa servirebbero altrimenti le recensioni su WordPress, se non a rispondere a queste domande? Iniziamo!

Modelli

4.6
WordPress.com

Ora ci Sono anche i Temi Business

WordPress.com vanta oltre 250 temi (che gli altri builder chiamano “template”), e la sua varietà è più ampia che mai. Dal momento che WordPress è partita come piattaforma per blog, i suoi temi sono concentrati soprattutto su questo formato, ma di recente sono stati aggiunti anche temi più orientati ai business. Nota che non tutti i temi sono disponibili sul piano gratuito.

La tua capacità di personalizzazione è limitata da due fattori: le opzioni di personalizzazione presenti sul tema individuale da te utilizzato, e la quantità di denaro che sei disposto a sganciare.

La “Personalizzazione Avanzata di Design” (che include la capacità di modificare in modo diretto i file CSS) è disponibile solo dal piano Premium in su. Ci sono comunque delle buone probabilità che i temi base risultino comunque abbastanza buoni per le tue necessità, visto che sono di qualità abbastanza elevata e sono quasi tutti adatti alla visualizzazione su dispositivi mobili.

I temi non servono solo per fini estetici, però: questi possono sfruttare le funzionalità di WordPress un po’ come fanno anche i plug-in, e per questo esistono temi che offrono funzionalità piuttosto avanzate, come nuovi modi di navigare tra i post, registrazione al sito, moduli di contatto, e tante altre amenità.

Come abbiamo già detto, la maggior parte dei template (oltre 200) sono incentrati sui blog, o per lo meno presentano delle funzionalità pensate soprattutto per essi. Nell’interfaccia utente troverai 26 categorie, chiamate “Soggetti”. Non dovrebbe sorprenderti il fatto che le categorie più generiche, come “Business”, presentino più risultati (oltre 100) rispetto alle categorie più specifiche come “Scrapbooking” (più di 20).

WordPress.com

Ecco che aspetto ha uno dei template “Scrapbooking”, in caso fossi curioso.

Le altre opzioni di filtraggio includono le funzionalità dei temi (come biografie dell’autore e post a scorrimento), svariati layout, e gli stili (come artistico, minimalista e colorato). Nel complesso si tratta di una selezione solita, anche se la libreria dei tempi potrebbe giovare di qualche ulteriore opzione non relativa ai blog.

Se pagherai per il piano Business o uno più completo potrai installare temi di terze parti, come quelli di ThemeForest, TemplateMonster, o di tanti altri siti dedicati alla vendita di temi per WordPress. In parole povere, ciò significa che WordPress ha una varietà potenziale di temi più elevata rispetto ad ogni altro CMS disponibile.

Caratteristiche

4.4
WordPress.com

Crea il tuo Pubblico con WordPress.com

Ancora una volta, ti ricordiamo che questa è una piattaforma inizialmente lanciata come content management system (CMS) per blog. Hai quindi a tua disposizione post (con un editor relativamente nuovo basato sui blocchi), pagine, strumenti per organizzare post e pagine, commenti, autori multipli e così via.

Con i temi e le funzionalità di default puoi costruire praticamente qualsiasi tipo di blog o sito web aziendale semplice. E si, puoi anche aggiungere al tuo sito un dominio già esistente.

Poi ci sono i plug-in, che ti permettono di trasformare il tuo sito web in ogni modo possibile ed immaginabile. Ad esempio, puoi incrementare ulteriormente la tua SEO, e puoi addirittura costruire un vero e proprio social network. E si, puoi anche caricare ed installare plug-in di terze parti.

Purtroppo, i plug-in WordPress sono disponibili solo per il piano Business o superiori. A mio parere, però, le funzionalità e la flessibilità extra che essi forniscono rappresentano un buon investimento.

Dal punto di vista delle funzionalità, quindi, WordPress.com è al pari dei migliori website builder disponibili.

Oltre a questo, WordPress.com vuole che tu continui ad utilizzarlo, e che il tuo business cresca mentre utilizzi i suoi servizi; è per questo che offre queste funzionalità chiave (e dove WordPress non arriva, i plug-in possono compensare):

Builder di Negozio

Se ti trovi negli U.S.A. o in Canada, ed hai un Piano Business o superiore, puoi creare un negozio che funzioni in abbinamento al tuo sito WordPress.com. Le imposte vengono calcolate in automatico, e puoi accettare pagamenti online con PayPal o Stripe, o offline tramite assegno o riscossione alla consegna. Sono anche supportati i buoni sconto e le recensioni sui prodotti.

Se invece vivi in un altro paese, puoi installare comunque qualsiasi plug-in per e-commerce di tuo gradimento, anche se ovviamente dovrai impostare per conto tuo gli elementi come i pagamenti.

Strumenti di Marketing ed Analisi

WordPress fornisce svariati strumenti per incrementare la tua SEO, posizionare il tuo brand, misurare il tuo traffico e condividere i post del tuo blog sui social media. Tali strumenti non sono tanto avanzati se utilizzi il piano gratuito, ma almeno avrai un punto di partenza da dove migliorare.

Otterrai anche un’integrazione gratuita con Mailchimp, nel caso volessi permettere agli utenti di iscriversi alla tua newsletter direttamente dal tuo sito web.

Monetizzazione Facile

Dal piano Personal in poi, potrai accettare i pagamenti ricorrenti di iscrizione ai tuoi contenuti. È una funzionalità basilare, ma è comunque più facile della creazione di un account su Patreon. Se dovessi passare ad un piano Premium o superiore, potrai iniziare a inserire sul tuo sito delle pubblicità con il minimo stress.

Integrazioni di Terze Parti

WordPress.com supporta le integrazioni di terze parti con svariati servizi, con enfasi particolare su Google Analytics e GSuite. WordPress sembra quasi affiliato a Google, da quello che vedo. Ma è inserendo i plug-in nel mix che le cose si fanno interessanti, perché esistono plug-in WordPress da integrare sul tuo sito per praticamente qualsiasi servizio abbia un API.

Facile da usare

4.7
WordPress.com

Una Leggera Curva di Apprendimento

È qui che arriviamo davvero a fare un bilancio degli aspetti negativi e positivi di WordPress: questo servizio è sempre stato progettato con l’obiettivo di essere facile da utilizzare… Finché sai già qualcosa su come si gestisca un sito web.

Se non hai mai costruito un sito web prima d’ora, potesti ritrovarti a dover imparare diverse cose. E se hai intenzione di editare il tuo CSS e di installare plug-in di terze parti di ogni tipo possibile ed immaginabile, la tua vita diventerà leggermente più complicata.

Detto francamente, se ti interessa avere un semplice sito-brochure con cinque pagine in tutto, forse potresti trovarti meglio con uno dei tanti altri website builder disponibili sul mercato. Ma se hai in mente qualcosa di più complesso, il tempo che spenderai per apprendere il funzionamento di questo servizio verrà ampiamente ricompensato.

Fortunatamente, le cose più importanti sono anche le più semplici da imparare:

Editor di Contenuti

WordPress un tempo aveva un editor di testo semplice, del tipo “scrivi e pubblica”, ed in passato andava più che bene.

Attualmente (e dopo parecchi drammi in seguito al suo iniziale rilascio al pubblico – ne parleremo di più in seguito) il nuovo editor di WordPress ha un nome tutto suo: “Gutenberg” (vedi sopra).

Si tratta di un editor di contenuti che tratta ogni paragrafo, ogni titolo, ogni immagine – ogni cosa! – come un “blocco” individuale. È una sorta di builder di pagina, ma dedicato ai contenuti.

Ciò ti permette di apportare delle modifiche a specifici blocchi dei tuoi contenuti. Ad esempio, puoi modificare la dimensione del testo di un certo paragrafo, creare più colonne per testi e/o immagini, aggiungere immagini di sfondo a certe sezioni e altro ancora.

Le funzionalità di default di Gutenberg ti permettono anche di integrare video provenienti da un’ampia varietà di piattaforme, Tweet, post su Reddit, foto su Instagram dei tuoi animali e del tuo cibo… Praticamente, qualsiasi contenuto ti possa venire in mente.

Oh, e dal momento che ogni elemento viene trattato come un “blocco”, potrai trascinare qualsiasi immagine, paragrafo o contenuto di ogni genere ovunque tu voglia nella pagina o nel post, per riordinare i tuoi elementi con facilità.

(Google Docs potrebbe imparare una cosetta o due da questa funzionalità.)

In generale è molto semplice da utilizzare, e ti dà ampia flessibilità in termini di design (e per “design” intendo far apparire i tuoi post e le tue pagine più carini e diversi uno dall’altro).

Ora torniamo al gossip: Il rilascio iniziale di Gutenberg aveva fatto nascere un po’ di drammi perché, nonostante il suo annuncio iniziale al pubblico avesse dato agli utenti WordPress tempo in quantità per prepararsi al cambiamento, al suo arrivo effettivo gli utenti si erano comunque ritrovati spaventosamente impreparati.

Gutenberg era decisamente diverso dal vecchio editor di contenuti, ed aveva il potenziale per creare problemi ai siti WordPress più vecchi, a seconda dei temi e dei plug-in utilizzati. Le versioni di prova iniziali di Gutenberg erano state rilasciate con numerosi bug, e in molti pensavano che fosse ancora decisamente poco pronto quando la versione “completa” fu inizialmente rilasciata.

Per fortuna io non ho mai avuto alcun problema con l’editor, e se stai partendo da zero con la costruzione del tuo nuovo sito, non dovresti averne nemmeno tu. Gutenberg è stato stabilizzato da tantissimi aggiornamenti, e non fa che migliorare con ogni nuova versione di WordPress.

Se vuoi, inoltre, potrai sempre disabilitarlo tramite un plug-in, nel caso volessi tornare semplicemente a scrivere e premere il pulsante “pubblica.”

Personalizzazione di Temi

Anche se WordPress non fornisce un design drag-and-drop come altri builder (ad esempio Wix) ti permette comunque di visualizzare in anteprima in tempo reale le personalizzazioni del tuo tema.

Ti ricordo nuovamente che ciò che puoi personalizzare dipende dal tema che hai scelto, ma se modificherai il colore di un link, sposterai un widget, o seglierai un tipo di layout completamente diverso, potrai sempre vedere che aspetto avrà la tua modifica prima di renderla definitiva. Peccato che non si possano scrivere in questo modo anche i post sul blog.

Se desideri un’esperienza di design drag-and-drop con WordPress, potrai sempre installare un plug-in come Elementor (ovviamente, sempre che tu passi al piano Business o superiore). Elementor è un plug-in che, quando abbinato ai temi compatibili, fa in modo che WordPress funzioni come un classico website builder drag-and-drop.

Strumenti Organizzativi e di Pubblicazione

Gli strumenti per programmare la pubblicazione, categorizzare ed organizzare i tuoi post e disporre gerarchicamente le tue pagine sono piuttosto intuitivi, una volta che avrai capito dove trovarli.

WordPress è un sistema progettato per gestire contemporaneamente grosse quantità di contenuti, quindi ciò che gli manca in termini di capacità drag-and-drop lo compensa in organizzazione. Posso dirti per mia personale esperienza che quando pubblichi regolarmente una certa quantità di contenuti, questo aspetto è davvero una benedizione.

In generale, nonostante la curva di apprendimento, l’utilizzo di WordPress.com non è difficile. Se sei un nuovo utente, troverai un sacco di messaggi di tutorial e suggerimenti pop-up che ti aiuteranno ad iniziare a utilizzare gli strumenti essenziali.

Una volta che conoscerai la disposizione delle varie funzionalità nel menù di navigazione, i compiti come l’aggiunta di nuove pagine, la personalizzazione del tuo tema e così via saranno piuttosto facili da eseguire. Assicurati di leggere le istruzioni, dal momento che costruire un sito web su WordPress.com è meno intuitivo di quanto possa essere.

Infine, la creazione di un negozio è piuttosto facile, ma ti ricordo che l’opzione più semplice da utilizzare funziona solo se ti trovi negli U.S.A. o in Canada. I plug-in di terze parti, come WooCommerce, non sono molto complicati, ma se non hai mai costruito un sito web o gestito uno store online, avrai senz’altro diverse cose da imparare.

Assistenza

4.3
WordPress.com

Servizio Pronto e Utile

Ecco una cosa che non vedrai in molte delle recensioni su WordPress.com: delle vere interazioni con gli agenti di assistenza alla clientela per vedere quando sia valido il servizio di assistenza. Beh, io volevo provare proprio questo aspetto, e ne sono rimasto piuttosto soddisfatto.

Prima di scendere nei dettagli, sappi che WordPress.com presenta diverse opzioni di assistenza. Per ogni utente (anche quelli che utilizzano il piano gratuito) è disponibile una base di conoscenza colma di articoli e addirittura video tutorial che aiutano ad iniziare a utilizzare il servizio. Se lì non riuscirai a trovare quello che cerchi, potrai dare un’occhiata anche al forum di assistenza.

Il piano Blogger ti permette anche di accedere all’assistenza via e-mail, ed ogni piano superiore ti permette di sfruttare anche la chat live attiva 24 ore su 24.

La mia unica critica è che sei su un piano che offra sia l’assistenza via mail che via chat live, la pagina “Contattaci” nella sezione di aiuto non ti presenterà entrambe le opzioni. Verrai indirizzato subito verso la chat live, e non troverai l’indirizzo e-mail dell’help desk, che ho dovuto chiedere durante la mia sessione su chat live. Ho dovuto letteralmente contattare l’assistenza per poter… Contattare l’assistenza.

WordPress.com

Forum di Assistenza

Il forum è minimalista ma funzionale. In generale, sembra che le risposte arrivino rapidamente, di solito entro un circa un’ora.

La maggior parte delle risposte sembra provenire dalla community, e non dagli sviluppatori, che è comprensibile (probabilmente saranno parecchio impegnati). Un moderatore ha risposto alla mia domanda dopo circa un’ora, e la risposta è stata effettivamente d’aiuto.

wordpress-support3

Per favore, ignorate l’antico username risalente alla mia adolescenza.

Chat Live

Ho posto una domanda alle 10:45pm (orario di Città del Messico), ed ho ricevuto una risposta pochi minuti dopo. La risposta alla mia domanda è stata un po’ vaga, ma non ho richiesto ulteriori delucidazioni.

wordpress-support4

Non sono sicuro che esista una politica specifica sulla banda larga. “Dal momento che non vi sono limiti” suona molto bene, ma non posso testare tale dichiarazione.

 

Una cosa interessante è che riceverai le trascrizioni delle tue conversazioni su chat via e-mail, una volta terminate. Avere delle registrazioni è sempre un bene.

Assistenza via E-mail

L’assistenza via e-mail è stata d’aiuto: ho chiesto se ci fosse un modo per creare un negozio, nonostante mi trovi fuori dagli U.S.A. e dal Canada. Un rappresentante del servizio di assistenza mi ha risposto fornendomi una semplice scorciatoia che mi avrebbe permesso di creare un negozio molto basilare. Ha cercato un po’ di vendermi un prodotto, ma il piano che mi ha proposto avrebbe effettivamente reso la scorciatoia più semplice da seguire, quindi non posso biasimarla per averci provato.

wordpress-support5

Ho inviato l’e-mail a tarda notte (almeno per me), ed ho ottenuto una risposta più o meno tre ore più tardi. Ciò mi fa pensare che anche il servizio di assistenza via e-mail sia disponibile 24 ore su 24. Non sono riuscito a trovare degli orari precisi da nessuna parte, ma in effetti cercano di rispondere a tutte le e-mail entro 24 ore.

Prezzi

4.5

I prezzi dei piani di WordPress.com vanno da gratuiti a “eCommerce” (tutti hanno un diverso modo di capitalizzare su quel termine) e, sinceramente… Tutti i loro piani sono piuttosto abbordabili. Ovviamente, il prezzo del piano eCommerce ti risulterà più gradito se riuscirai effettivamente a vendere i tuoi prodotti.

In generale, direi che a paragone con gli altri website builder sul mercato, WordPress offre delle opzioni di prezzo che permettono di ottenere parecchio ad un costo ridotto.

Le opzioni di pagamento accettate includono:

  • Visa
  • Mastercard
  • American Express
  • Discover
  • PayPal

Il piano gratuito è piuttosto semplice: ottieni un blog funzionante, dotato di 3GB di spazio di archiviazione, accesso ad un numero sufficiente di temi gratuiti, ed assistenza tramite la community. WordPress piazzerà sul tuo sito delle inserzioni pubblicitarie, ma si tratta solo di link di testo nel piè di pagina che si limitano a scrivere che “Questo è un sito WordPress.com.”

Purtroppo, non potrai caricare i tuoi temi o installare plug-in. E non potrai nemmeno monetizzare il tuo sito, almeno non in modi supportati dalla piattaforma.

Cosa ottieni se decidi di passare ad un piano a pagamento? I piani più economici offrono assistenza extra ed un nome di dominio. Oh, inoltre le inserzioni pubblicitarie di WordPress.com verranno rimosse, e potrai monetizzare un po’ il tuo sito grazie alle sottoscrizioni.

Se invece passerai ai prezzi di WordPress VIP, la musica diventa completamente diversa: potrai accedere ai plug-in, a più temi (compresi quelli di terze parti), a personalizzazioni decisamente più avanzate, potrai posizionare sul tuo sito inserzioni pubblicitarie supportate da WordPress.com, ed otterrai un sacco di attenzione personale in più. Riceverai anche più strumenti SEO, più modi di monetizzare il tuo sito, la capacità di accettare pagamenti da oltre 60 paesi, ed altro ancora.

Quindi, dovresti passare ad un piano migliore? E quando?

Questo è il mio consiglio sincero: prima costruisci il tuo sito, e vedi se la piattaforma ti piace! La curva di apprendimento di cui ho parlato prima potrebbe risultare scoraggiante per alcuni.

Una volta che sarai soddisfatto del tuo sito di base, acquista un piano che ti fornisca più assistenza ed un nome di dominio. Il passaggio ad un piano migliore è semplicissimo, e richiede poco tempo. Solo, sappi che nonostante i prezzi siano esposti su base mensile, non potrai effettuare dei pagamenti con questa cadenza. Il periodo di utilizzo minimo per cui tu possa pagare è di un anno.

Cancellazioni e Rimborsi

Potrai cancellare ogni piano entro 30 giorni, se hai intenzione di ottenere un rimborso completo, con una sola eccezione: i domini. Se acquisti un dominio, puoi cancellare la tua iscrizione, ma dovrai farlo entro 48 ore. In materia di politiche su questo argomento, l’offerta è più generosa di altre che ho visto in giro.

Il procedimento di cancellazione è automatico, quindi non dovrai (che io sappia) attendere che un operatore umano approvi il tuo rimborso. Ancora meglio, non dovrai nemmeno mai parlare con un operatore umano, cosa sempre un po’ strana quando si tratta di cancellare un servizio. Ti verranno poste alcune domande tramite un modulo per vedere se cambierai idea, ma non si tratta di niente di troppo snervante.

Io ho ricevuto il mio rimborso nel giro di pochi minuti. Finché cancellerai il tuo servizio entro il limite di tempo corretto, anche tu dovresti ricevere il tuo rimborso velocemente e senza problemi.

WordPress.com

In pratica, dovrai solo premere il pulsante.

Free

$0
/ Month
  • Spazio hosting: 3GB
Per iniziare

Blogger

$4
/ Month
  • Spazio hosting: 6GB
  • Dominio personalizzato: .blog domain
Per iniziare

Personal

$5
/ Month
  • Spazio hosting: 6 GB
  • Dominio personalizzato
Per iniziare

Risultato finale di WordPress.com

Se questa recensione di WordPress dovrebbe lasciarti impresso qualcosa, che sia questo: WordPress è un website builder potente e flessibile che richiede un po’ di apprendimento, ma il tempo speso nella comprensione del suo utilizzo verrà ampiamente ripagato se il tuo sito web è una parte importante della strategia del tuo business. È più adatto ai siti con grandi quantità di contenuti. Dovrai anche sborsare qualche soldo (ma niente di proibitivo) per vedere il vero potere e flessibilità che esso offre.

Sono pochi i CMS disponibili sul mercato in grado di fare tutto ciò che può fare WordPress senza che sia necessario doversi occupare di scrivere codici personalizzati in quantità. La potenza e la relativa facilità di utilizzo dei suoi temi e dei suoi plug-in rendono possibile la creazione di siti altamente complessi, spesso senza dover nemmeno toccare il codice vero e proprio.

Quindi, WordPress è ormai sorpassato? Secondo me, no. WordPress è ancora assolutamente in grado di competere nel mercato odierno dei website builder.

Anche se, in realtà, non è veramente un “website builder.”

Ezequiel Bruni
Ezequiel Bruni
Ezequiel Bruni è biologicamente Canadese, legalmente Messicano, e si identifica come un assoluto nerd. Sin dall’adolescenza, ha rivestito a più riprese il ruolo di web ed experience designer, e adora condividere con i principianti i consigli che avrebbe desiderato ricevere quando lui stesso era ancora agli inizi. Adora anche i videogiochi, i tacos, i software open source ed i generi fantasy e fantascienza in qualsiasi forma si presentino. Abbiamo già menzionato il suo amore per i videogiochi? Non ama invece scrivere in terza persona.

WordPress.com Alternative

73620
© 2019 WebsitePlanet.com. Tutti i diritti riservati.