RECENSIONI E OPINIONI DI ESPERTI NameCheap – Careful if you need it for WordPress

Ben Sarid
Ben Sarid
Esperto di web hosting
I servizi di hosting di Namecheap sono facili da usare, affidabili ed estremamente veloci. I piani WordPress gestiti prevedono alcune limitazioni rigorose, quindi controlla attentamente e assicurati che siano in grado di rispondere pienamente alle tue esigenze.

Panoramica

Namecheap’s Managed WordPress hosting landing page

Veloce e facile da usare, perfetto per principianti e siti web semplici.

Namecheap è ampiamente noto per i suoi nomi di dominio scontati, ma come molte altri registrar, si è anche specializzato nell’hosting. Le soluzioni di hosting sono alla pari con il meglio che internet ha da offrire? Per scoprirlo mi sono registrato.

Namecheap opera nel settore dal 2000 e possiede più di 10 milioni di domini attivi registrati. I suoi piani di web hosting coprono la maggior parte dei tipi di hosting e includono WordPress condiviso e gestito, macchine VPS (server virtuale privato), server dedicati e persino hosting privato di posta elettronica. Tutti i servizi sono disponibili in inglese.

Ora, anche se è estremamente allettante acquistare il tuo nome di dominio e il tuo piano di hosting dallo stesso fornitore, non dovresti farlo. La soluzione all-in-one rende tutto più semplice – dalla gestione all’assistenza e alla fatturazione – ma chi è bravo in tutto (di solito) non eccelle in niente.

Ridendo di fronte al pericolo, ho corso il rischio e ho sottoscritto l’opzione di hosting gestito. Con mia grande sorpresa, mi sono ritrovato in una piattaforma WordPress gestita come poche altre, dal design perfetto e che offre una fantastica esperienza utente.

Ma non è che questa facilità d’uso si ottiene a scapito delle funzionalità? Il servizio può davvero rispondere ad esigenze avanzate o sarai soggetto a restrizioni e non riuscirai a far crescere il tuo sito? Beh, continua a leggere e scoprilo da te!

Caratteristiche

4.5

Grandi funzionalità di base ma anche serie restrizioni

Namecheap offre VPS powerhouse e server dedicati ma qui ci concentreremo sull’hosting condiviso. L’hosting condiviso è la forma di hosting più semplice ed economica e, a mio avviso, non c’è posto migliore per iniziare.

Con Namecheap, l’hosting condiviso include due sottocategorie: Hosting condiviso normale e hosting WordPress gestito.

Ho sottoscritto l’opzione di hosting WordPress, che viene fornita con la piattaforma proprietaria di Namecheap – EasyWP. EasyWP è un piano basato solo su cloud WordPress e non può essere utilizzato con nessun altro CMS (sistema di gestione dei contenuti). Per contro, il normale hosting condiviso consente di installare qualsiasi CMS tramite Softaculous.

In termini di spazio di archiviazione e larghezza di banda, il piano EasyWP di base, il piano Starter, offre 10 GB di memoria SSD e consente di ricevere fino a 50.000 visitatori al mese; Il piano Turbo, di medio livello, offre 50 GB di spazio SSD e consente di ricevere circa 200.000 visitatori al mese; Il piano più avanzato, denominato Supersonic, offre 100 GB di spazio e consente di ricevere circa 500.000 visitatori al mese.

Questo metodo di misura basato sui “visitatori mensili” è piuttosto confuso, considerato che la larghezza di banda viene solitamente misurata in GB. Ho cercato di ottenere una risposta dall’assistenza clienti, ma hanno ribadito che esiste davvero un “contatore di visitatori” che funziona in background. In ogni caso, il tuo sito avrà a disposizione un sacco di spazio per crescere.

Parliamo del normale hosting condiviso. Il piano Stellar di base offre 20 GB di spazio SSD, il secondo piano offre spazio illimitato e l’ultimo piano ti offre un tetto di 50 GB. La larghezza di banda è illimitata in tutti e tre i piani.

Ti starai chiedendo: come mai il piano intermedio offre più spazio di quello avanzato? Namecheap sostiene che dipende dall’”assistenza premium” e dal “caching aggiuntivo”. Io penso che sia semplicemente un servizio a buon mercato.

Comunque approfondiamo le funzionalità da cui dipende il successo del tuo sito.

La piattaforma EasyWP include backup in un clic e accesso SFTP

Esamineremo l’interfaccia EasyWP nella sezione ’Facilità d’uso’ – c’è molto da dire al riguardo. Per adesso, è necessario rendersi conto che va a rimpiazzare il pannello di gestione dell’hosting cPanel. Anche se non è altrettanto complesso e avanzato in termini di offerte, mette a disposizione opzioni interessanti.

La prima sono i backup. Uno strumento con un solo clic consente di eseguire immediatamente il backup dell’intero sito e quindi, se necessario, potrai ripristinarlo facilmente in futuro. Se lo desideri, puoi anche scaricare i file del sito e/o il database sul tuo computer locale.

 Testing backups for Namecheap website hosting

La seconda opzione è costituita dal database e dall’accesso SFTP. Per impostazione predefinita, non avrai alcun account per queste opzioni, ma utilizzando la dashboard EasyWP, potrai creare facilmente accessi temporanei o permanenti.

L’opzione SFTP è la mia preferita. Per quanto si possa essere abituati ad estrarre i propri dati FTP dal cPanel e ad accedere alle cartelle e ai file del proprio sito web, esiste un rischio associato a queste operazioni: L’FTP non è né protetto né crittografato e il suo utilizzo ti rende vulnerabile agli hacker malintenzionati che possono accedere al tuo account.

Al contrario, l’SFTP non comporta questo rischio. Di solito richiede una procedura più lunga e piuttosto tediosa da impostare, ed è per questo che molti scelgono di saltarlo. EasyWP di Namecheap fa un ulteriore sforzo e fornisce SFTP preconfigurato. Complimenti!

Il plugin EasyWP consente di risparmiare tempo e fatica

Esistono molti plugin che finiscono per essere installati su un sito web WordPress – i plugin per la cache e per l’ottimizzazione sono tra i più richiesti. Ci sono dozzine di opzioni disponibili, quindi è facile perdersi.

Ecco perché sono rimasto estremamente soddisfatto del plugin EasyWP di Namecheap. È preinstallato insieme all’installazione di WordPress e include molte delle opzioni di potenziamento della velocità a cui avresti comunque cercato di avere accesso.

Fornisce tre livelli di caching avanzato – una tecnica utilizzata per creare copie temporanee delle pagine e dei dati del tuo sito. In questo modo il tuo server sarà più efficiente e i tuoi visitatori potranno godere di tempi di caricamento più rapidi. Se si desidera cancellare la cache, basta fare clic su:

How to clear the cache using Namecheap’s EasyWP plugin

Ora, la cosa strana è che Namecheap blocca anche molti altri plugin che ritiene “inutili” o “potenzialmente dannosi”. Anche se desideri installare un plugin per la cache diverso, non potrai farlo.

Direi che la sua convenienza viene a scapito della libertà dell’utente. In ogni caso, i normali piani di hosting condiviso non prevedono né plugin né restrizioni e sei libero di scegliere l’opzione che preferisci.

EasyWP “supporta” un SSL, che è incluso nella soluzione di hosting condiviso regolare

Ma lascia che te lo dica: quando si tratta di SSL c’è sempre qualcosa di strano. Per chi non conosce questo termine, un SSL è un certificato di sicurezza che dimostra l’autenticità del tuo sito web e protegge i dati dei tuoi visitatori. È quel piccolo lucchetto a sinistra della barra degli indirizzi.

Se vuoi piazzarti bene su Google, rassicurare i tuoi visitatori e accettare pagamenti sul tuo sito hai bisogno di un SSL.

Alcuni host fanno pagare un extra per questo servizio, cercando di strapparti qualche spicciolo in più. A prima vista, sembrava che Namecheap fosse diverso e includesse gli SSL nei piani EasyWP:

SSL certificates and SFTP Files Access with Namecheap

Sfortunatamente, non è così. Hai presente quando dice “Aggiungi un ulteriore livello di sicurezza…” ma non che è incluso? il suo ingegnoso uso delle parole nasconde il fatto che nessuno dei piani EasyWP include un SSL. L’ho imparato a mie spese, solo dopo aver acquistato il mio piano.

Nella tua area account, ti verrà proposta l’opzione per l’acquisto di un SSL da Namecheap. Okay, è a buon mercato, ma non posso proprio accettare questo raggiro. Impara dal mio errore e non lasciarti ingannare pensando che il tuo piano EasyWP includa un SSL!

Per qualche motivo, Namecheap offre davvero certificati SSL in tutti i suoi piani di hosting condiviso regolare. Capito? Se scegli la piattaforma gestita più costosa, EasyWP, avrai meno sicurezza rispetto al piano più economico, a meno che tu non voglia pagare un importo ancora maggiore.

Assistenza esclusivamente per i domini Namecheap

Bah. Non ha giustificazioni. I piani EasyWP funzionano solamente con domini registrati Namecheap. Ti starai chiedendo qual è la differenza tra un dominio Namecheap e uno GoDaddy? Beh, Namecheap non ci guadagna nulla con i domini che acquisti da GoDaddy.

Non avevo idea dell’esistenza di questa restrizione prima di registrarmi. Questa “caratteristica” è astutamente descritta in questo modo: “i tuoi domini Namecheap compariranno direttamente su EasyWP.” Non credevo che sarebbe stato impossibile collegare altri domini, ma semplicemente che non sarebbe stato facilissimo.

Domain names and data policy with Namecheap

Per fortuna, il dominio che stavo usando era di proprietà di Namecheap. Se non lo fosse stato, avrei avuto due opzioni: usare un sottodominio dall’aspetto orribile o trasferire il mio dominio a Namecheap dietro pagamento di un costo aggiuntivo. Non è il massimo ragazzi!

I piani di hosting condiviso standard non prevedono nessuna di queste limitazioni e potrai semplicemente puntare il dominio attualmente in uso ai nameserver.

Facile da usare

4.7

Quello che si può fare è super semplice da fare

Dire che EasyWP di Namecheap è semplice è un eufemismo. L’intera procedura, cominciando dall’iscrizione a WordPress, è velocissima e praticamente non richiede sforzi da parte tua. La dashboard di gestione è ottimizzata alla perfezione e puoi fare meravigliosamente tutto ciò che vuoi con un solo clic.

Ma… in realtà non include proprio tutto. Di fatto è limitata a poche azioni che è possibile eseguire con un solo clic, ma non ne prevede altre. Queste includono l’eliminazione del tuo sito web, la connessione di un dominio Namecheap, il caricamento di un SSL, i backup, l’accesso SFTP e l’accesso al database.

Che dire di tutto quello che è così facile eseguire con cPanel, come impostare configurazioni DNS (Domain Name System), caselle di posta elettronica, sottodomini, browser e file manager, log e attività a tempo? Queste opzioni non esistono proprio.

È questo il principale compromesso a cui dovrai scendere con EasyWP. Le cose che puoi fare sono davvero facili da fare, ma il resto è impossibile.

Ad ogni modo, vediamo come si presenta il tutto:

Iscriversi e installare WordPress

La procedura di registrazione prevede la selezione del piano, l’iscrizione e l’inserimento dei dettagli di pagamento. Ti verranno richiesti i tuoi dati personali – niente di speciale – e dopo il pagamento sarai immediatamente indirizzato alla creazione del tuo sito web:

 Installing WordPress screen using Namecheap domain and EasyWP

Se già disponi di un dominio Namecheap, è possibile connetterlo ora. In caso contrario, non esitare a utilizzare il sottodominio EasyWP per il momento e modificarlo in seguito.

Dopo aver inserito il nome del sito web desiderato e aver scelto un nome utente e una password, potrai procedere con la tua nuova installazione di WordPress:

Installing WordPress using Namecheap and EasyWP

Questo è quanto. È tutto installato e verrai reindirizzato alla tua dashboard EasyWP. La descrizione dettagliata della procedura di installazione del dominio e di WordPress (compreso un problema che ho incontrato) con Namecheap è disponibile qui.

Usare la dashboard EasyWP

Usa le schede della dashboard per spostarti facilmente tra le diverse opzioni. Per accedere al pannello di amministrazione di WordPress, ad esempio, basta cliccare su WP Admin nell’angolo in alto a destra:

How to access your WordPress administrator panel on EasyWp

Se desideri abilitare l’accesso SFTP, tutto quello che devi fare è inserire file e database e attivare l’opzione:

How to enable SFTP access using EasyWP

Connettere il tuo dominio

Il collegamento del tuo dominio è ovviamente realizzato dalla scheda Domini. Ricorda, deve essere un dominio Namecheap o sarà un fiasco. Dato che avevo già un dominio registrato con Namecheap, è apparso nel menu a tendina.

Seleziona il tuo dominio, premi su Cambia e la procedura avrà inizio. Non dovrebbe richiedere più di mezz’ora e il mio dominio è stato collegato in meno di cinque minuti.

How to connect your domain name using EasyWP with Namecheap

Ora, ci tengo a ribadire questo: Non ho mai visto una piattaforma WordPress così facile da usare. Sbagliare è semplicemente impossibile e le poche funzionalità avanzate disponibili sono a prova di idiota.

Se questo è tutto ciò di cui hai bisogno, non posso raccomandartelo abbastanza. Se ti serve anche solo una funzionalità che non è disponibile qui, allora è meglio optare per un hosting condiviso standard. Di fatti, quest’ultimo viene fornito con cPanel, e anche se è leggermente più complesso, offre un’esperienza di hosting molto più completa.

Performance

Velocissimo ed estremamente affidabile

È stato super facile configurare il mio piano EasyWP che, tra l’altro, è ricco di alcune ottime funzionalità ma, allo stesso tempo, limitato in termini di opzioni avanzate. Non c’è problema. Alla fine, ho creato un sito web WordPress funzionante nel giro di circa un minuto e mezzo. È ora di farci un giro.

Ho iniziato con un Test di caricamento Sucuri per testare le velocità di caricamento delle pagine in tutto il mondo:

Sucuri Load Time Tester results for Namecheap website

Evviva! Senza alcuna ottimizzazione, il mio sito web di prova ha ottenuto un bel A+ come voto in termini di performance e va benissimo in quasi in tutto il mondo!

È un’installazione basilare di WordPress che contiene solo il tema Twenty 19 e che è stata potenziata dal caching di EasyWP, ma è impressionante. Dagli Stati Uniti e dal Sud America all’Europa e persino a Singapore, va tutto alla grande!

Dopo aver caricato foto e contenuti sul tuo sito web, sarà più lento, ma è uno dei migliori punti di partenza quanto a opzioni di hosting condiviso che ho testato. A meno che il tuo pubblico non si trovi in Asia orientale, direi che sei pronto a iniziare.

Vediamo cosa ha da dire GTmetrix sul nostro sito web:

Sucuri Load Time Tester results for Namecheap website

Non so cosa dire – il team di Namecheap fa un gran bel lavoro. Tutte le ottimizzazioni dei server sono effettuate preventivamente, il plugin per la cache funziona a oltranza e gli unici punti dolenti sono legati alla mancanza di un CDN (rete per la distribuzione dei contenuti).

Se riuscissimo ad aggiungere un CDN, otterremmo un punteggio perfetto! Ma… non è possibile. EasyWP semplicemente non supporta le reti CDN.

Ciononostante, questo livello di performance merita una considerazione speciale. Ho analizzato l’infrastruttura server di Namecheap e sono riuscito a trovare solo allusioni al misterioso “cloud”. Ho chiesto chiarimenti all’assistenza clienti e ho scoperto che questo specifico cloud è ubicato a Phoenix, in Arizona.

Non so come alimentino i loro server a Phoenix, ma dovrebbero condividere quest’informazione. Ho testato l’uptime del mio sito web per più di due settimane e sono stato alquanto soddisfatto di riscontrare un risultato del 99,92%:

Sucuri Load Time Tester results for Namecheap website

Ora, se da un lato Namecheap offre una garanzia di uptime del 99,9% per l’hosting condiviso standard, promettendo di rimborsarti con hosting gratuito nel caso di eventuali tempi di inattività (secondo quanto da loro stabilito…), non ho riscontrato accenni a una garanzia di uptime per EasyWP. La homepage riporta un uptime del 99,9%, che tuttavia non è garantito nelle condizioni d’uso.

Assistenza

4.4

Non è il migliore né il peggiore

Finora è stato un susseguirsi di emozioni! Dopo la sezione sulle prestazioni, ti starai chiedendo com’è l’assistenza clienti? È grandiosa? È terribile?

Beh, l’assistenza c’è… più o meno. Non è male, nel senso che gli operatori non sono maleducati né totalmente ignoranti, ma a volte loro stessi hanno bisogno della tua… ehm… assistenza.

Mi spiego.

Innanzi tutto, l’assistenza clienti è disponibile 24 ore su 24, 7 giorni su 7. Non ci sono numeri di telefono o e-mail da contattare, ma la chat dal vivo è accessibile da quasi tutte le schermate ed esiste anche un centro di assistenza con un sistema di ticket.

La mia prima interazione con l’assistenza è avvenuta prima ancora di acquistare il mio piano. Ho aperto una sessione di chat dal vivo e un operatore mi ha raggiunto nel giro di circa un minuto. Gli ho posto domande generali sulla differenza tra EasyWP e l’hosting condiviso standard e ha impiegato circa un paio di minuti per rispondere ai miei messaggi.

Arrivati al tema degli SSL non inclusi in EasyWP, Ruslan ha concordato con me che questo aspetto non era molto chiaro nella descrizione delle caratteristiche. Punti per la sincerità.

Online conversation with customer support for Namecheap

La mia seconda interazione con l’assistenza è avvenuta quando non sono riuscito a collegare il mio dominio Namecheap al mio piano. Sapevo bene il perché – avevo cambiato i nameserver per la mia recensione di Bluehost  – ma volevo vedere se l’assistenza clienti lo avrebbe capito.

L’operatore ha capito che si trattava di un problema di nameserver, ma mi ha indicato la scheda sbagliata. Le ho inviato una schermata di quella pagina e si è resa conto dell’errore. Quindi mi ha indirizzato alla scheda giusta.

Online conversation with customer support for Namecheap

La mia esperienza con il sistema di ticket non è andata altrettanto bene, in quanto ci è voluta più di un’ora per ricevere una risposta. L’operatore non ha risposto alla mia ultima domanda, ma in generale la sua risposta è stata soddisfacente.

Ticketing system response from Namecheap customer support

Nella mia ultima interazione con la chat dal vivo, ho chiesto quale fosse la differenza tra “visitatori mensili” e “larghezza di banda” nel piano EasyWP. Nonostante l’operatore abbia cercato di darmi risposte complete, ci ha messo un po’ per raccogliere le informazioni e non ha compreso appieno le mie domande.

Online conversation with customer support for Namecheap

Nel complesso? Se ti affidi alla chat dal vivo e sei abbastanza paziente, l’assistenza può aiutarti a risolvere problemi elementari. Se pensi di poter farci affidamento per problemi avanzati, potresti non avere la stessa fortuna.

Prezzi

4.8

Prezzi accessibili ed extra gratuiti

Namecheap è coerente con il suo nome. L’hosting condiviso normale è economico, così come la piattaforma gestita EasyWP. Anche i piani più avanzati, come quelli che offrono VPS e server dedicati, sono disponibili a prezzi relativamente accessibili.

Nonostante tutti i piani condivisi e EasyWP siano disponibili sui server statunitensi, puoi optare per l’hosting condiviso nel Regno Unito ad un costo aggiuntivo.

Quanto a durata dell’abbonamento, potrai scegliere tra piani mensili e annuali. È fantastico perché a differenza di Hostinger, a cui è necessario iscriversi per 3-4 anni per godere dei prezzi migliori, Namecheap offre una combinazione di ottimi prezzi e flessibilità.

La pagina di checkout su EasyWP non propone upsell automatici o altre astute pratiche commerciali, quindi non dovrai preoccuparti di acquistare per sbaglio un servizio di cui non hai bisogno. Basta ricordare che il certificato SSL non è incluso e che dovrai quindi acquistarlo separatamente.

Namecheap fornisce un dominio gratuito con tutti i piani annuali di hosting condiviso standard (ma non con EasyWP). Non solo! Il tuo dominio include anche WhoisGuard, una funzione che garantisce che i tuoi dati privati rimangano al sicuro dai ficcanaso.

Tutti i piani sono protetti da una garanzia di rimborso di 30 giorni, quindi avrai tutto il tempo necessario per testare i servizi in prima persona.

In termini di opzioni di pagamento, Namecheap accetta Visa, Mastercard, American Express e Discover. Puoi anche pagare per il tuo account via PayPal e in criptovaluta.

L’opzione di pagamento in criptovaluta è particolarmente interessante in quanto Namecheap è attualmente una delle poche grandi aziende di hosting ad accettare criptovalute come Bitcoin ed Ethereum.

Se la privacy è una delle tue priorità, pagare con Bitcoin e utilizzare WhoisGuard possono garantirti anonimato quasi totale.

Cancellare il tuo account

Dopo aver testato il servizio, era ora di dirgli addio. Ho cercato nelle mie dashboard utente di Namecheap e EasyWP ma non ho trovato nessuna opzione di cancellazione. Volevo essere sicuro di poter disdire e richiedere il mio rimborso entro i 30 giorni previsti dalla garanzia, per cui ho contattato l’assistenza tecnica.

L’operatore mi ha risposto nel giro di pochi minuti e mi ha spiegato che i piani EasyWP devono essere cancellati dall’assistenza clienti. Non c’è modo di farlo da soli.

Online conversation with customer support for Namecheap

La mia identità è stata verificata utilizzando il mio dominio, nome utente e PIN di assistenza. Dato che stavo richiedendo la disdetta, suppongo che la verifica supplementare fosse necessaria.

Quando mi è stato chiesto il motivo della cancellazione, ho risposto che non avevo bisogno del sito. L’operatore ha prontamente provveduto a occuparsi della situazione: nel giro di 10 minuti era tutto fatto, ha confermato che la cancellazione era andata a buon fine e che il mio rimborso sarebbe arrivato in 2-10 giorni lavorativi.

Online conversation with customer support for Namecheap

Mi è stato accreditato l’intero importo nell’arco di tre giorni. Nel complesso è andato tutto liscio e ci sono voluti circa 20 minuti in totale. Non male, anche se sarebbe stato ancora meglio avere a disposizione l’opzione di una cancellazione automatica.

Quando si acquista un qualsiasi servizio di hosting da NameCheap – Careful if you need it for WordPress, è incluso un dominio gratis

Risultato finale di NameCheap – Careful if you need it for WordPress

Ottimo servizio di hosting gestito per principianti

Anche se in un primo momento ero piuttosto scettico, alla fine sono rimasto molto soddisfatto di EasyWP, l’hosting WordPress gestito di Namecheap. Mancano alcune opzioni avanzate e le descrizioni non sono davvero accurate, ma i principianti e gli utenti occasionali apprezzeranno quanto sia facile e veloce da usare.

Se hai appena creato il tuo sito WordPress e stai cercando di minimizzare la confusione, ti consiglio di provare EasyWP.

Ben Sarid
Ben Sarid
Ben è un appassionato web developer che adora maneggiare codici, sia nel back-end che nel front-end. È alla perenne ricerca del miglior host di siti web al mondo, ma si impegna anche nel cercare dei momenti liberi per coltivare i suoi altri interessi: i fumetti, i viaggi, e la cucina.

NameCheap – Careful if you need it for WordPress Alternative

1144268