1. Website Planet
  2. >
  3. Blog
  4. >
  5. 5 alternative a YouTube per lo streaming dei tuoi contenuti video

5 alternative a YouTube per lo streaming dei tuoi contenuti video

James Guill
James Guill
28
12 Agosto 2019

YouTube è senza dubbio il servizio di streaming video più popolare al mondo. Ogni giorno più di 100 milioni di video vengono visualizzati su YouTube.  Google stima che ci sono più di 120 miliardi di video su YouTube. Questo numero continua a crescere dato che ogni giorno vengono caricati 200.000 video.

Se desideri far visualizzare i tuoi video al grande pubblico, YouTube sembrerebbe una valida soluzione per iniziare. Tutto ciò in teoria è perfetto, ma in realtà ci sono tanti video che si perdono nell’infinità di contenuti, e solo una piccolissima quantità diventa popolare o rimane popolare per molto tempo. Inoltre, si riscontrano svariati problemi di hosting su YouTube, e per molti, il gioco non vale la candela.

4 motivi per considerare un cambio

Pur essendoci tante persone che amano YouTube, in molti sono alla ricerca di un’alternativa. Ecco di seguito alcune delle lamentele più comuni relative a YouTube.

  1. Politiche restrittive sui contenuti: una grande quantità di video viene rimossa ogni giorno perché viola una delle politiche di YouTube sui contenuti o perché qualcuno, nei suoi video, utilizza involontariamente qualcosa coperto da copyright. Queste violazioni non devono per forza essere evidenti. A volte basta citare qualcosa magari coperto da copyright e ciò è sufficiente per vietare il tuo video.
  2. Bot e Troll: se hai visto dei video su YouTube, hai notato che la sezione dei like e dei commenti a volte può essere un po’ strana. Il numero degli account troll su YouTube è sconcertante, e ci sembra che sia stato fatto poco per frenare questa attività. Inoltre, la mancanza di controlli sugli account porta allo spambot, il che significa l’utilizzo di account falsi per incrementare o diminuire in modo non naturale la visione di un video. Se vedi che un video non virale in poche ore ottiene 2.000 like o dislike, probabilmente è dovuto ai bot.
  3. Contenuti spazzatura: quante volte hai cercato qualcosa e hai trovato 20 video duplicati. Inoltre, il numero dei video senza alcun valore ai fini dell’intrattenimento può essere davvero sconcertante.
  4. Difficoltà nel monetizzare: qualcuno riesce a guadagnare su YouTube? Certo, se si è disposti ai tagli di YouTube, a seguire le regole e a raccogliere un folle numero di follower e visualizzare TUTTI i video. Anche in questo caso, per alcuni, ne vale a malapena lo sforzo.

Se sei alla ricerca di un’alternativa a YouTube per lo streaming dei tuoi video, ecco cosa vale la pena controllare.

Dailymotion

Dailymotionè una delle alternative a YouTube più popolari grazie alla sua familiarità. Il layout e le categorie dei video sono molto simili a YouTube ma senza le tante restrizioni sui contenuti imposte da YouTube.

5 alternative a YouTube per lo streaming dei tuoi contenuti video

Tuttavia, ecco alcune restrizioni riguardanti i caricamenti in generale. Innanzitutto, è possibile caricare solo due ore di video totali al giorno, e la lunghezza massima di un video è di 60 minuti. Se hai video completi, potresti voler passare a un servizio diverso.

Vimeo

Vimeoè un’alternativa di streaming popolare che si concentra su contenuti di qualità piuttosto che puntare sulla quantità. Le sue origini risalgono al 2004 ed è stato il primo sito a supportare lo streaming di video in alta definizione. Il sito offre una varietà di strumenti video potenti che ti aiutano a creare video migliori e a guidare gli impegni.

5 alternative a YouTube per lo streaming dei tuoi contenuti video

Il principale lato negativo di Vimeoè che sei limitato a 500 MB di upload settimanali. Per ottenere più spazio, bisogna pagare una commissione che oscilla da $7 a $75. Con $7/al mese ricevi 5 GB di upload a settimana.

Metacafe

Se sei alla ricerca di fare lo streaming e fornire l’host di brevi clip, allora Metacafepuò fare al tuo caso. Questo sito accoglie video brevi di 10 minuti o meno. Inoltre, il sito non consente video duplicati, quindi non troverai 15 video uguali durante le tue ricerche.

5 alternative a YouTube per lo streaming dei tuoi contenuti video

Con oltre 40 milioni di visualizzazioni, la connessione è comunque stabile ma certamente non come quella di YouTube. Inoltre, non è possibile caricare video più lunghi, per cui è limitativo per chi esegue podcast, tutorial e altri video lunghi.

Veoh

Veohoffre una piattaforma video virtuale “senza esclusione di colpi” che ti consente di postare la maggior parte dei contenuti video immaginabile senza alcuna restrizione. I video vengono condivisi all’istante senza tempi di elaborazione e Veoh ha degli strumenti di condivisione che ti consentono di iniziare a mettere subito insieme degli impegni.

5 alternative a YouTube per lo streaming dei tuoi contenuti video

Il lato negativo principale di Veoh è che il sito tende ad essere un po’ disordinato e la funzione di ricerca è inferiore alla media. La condivisione dei contenuti sul tuo sito web e sui social media funziona bene, ma coloro che cercano di trovarli direttamente su questo sito potrebbero incontrare delle difficoltà.

Flickr

Quando le persone citanoFlickr, pensano alle immagini. Tuttavia, Flickrè utile anche per la condivisione dei video. Ogni accountFlickrha fino a 1 TB di memoria, sufficiente per 1.000 video. Questo è perfetto per chi desidera tanto spazio libero senza dover pagare una tariffa per l’upgrade. I video sono facilmente integrabili in qualsiasi sito web o piattaforma di social media.

Ci sono però alcuni svantaggi. Innanzitutto, la dimensione massima del file è di 1 GB, e il playback è limitato a 3 minuti. Per coloro che pubblicano video brevi, è uno strumento valido ma per coloro che hanno bisogno di video più lunghi, è bene cercare altrove.

Recupera la tua libertà creativa abbandonando YouTube

YouTube ha iniziato come un fantastico metodo per condividere e visualizzare lo streaming dei contenuti online. Tuttavia, proprio come molti mega siti, sono una vittima del loro successo. Per molti, YouTube non sono non è efficiente, ma la quantità di lavoro necessaria per lo streaming tramite YouTube non ne vale la pena.

Fortunatamente, ci sono delle alternative, e molte di queste non hanno imponenti restrizioni nei contenuti presenti su YouTube. Inoltre, non rischi di perderti in un mare di materiale inutile o di essere bombardato da troll o account falsi.

Esiste un compromesso. Non avrai accesso alla stessa quantità di visualizzazioni come YouTube. Tuttavia, avrai la libertà di sviluppare il tuo sito e I tuoi contenuti come meglio credi, e i contenuti di qualità troveranno sempre il target giusto, a prescindere dalla piattaforma.

28 applausi
Applaudi il post se lo hai trovato utile!

Articoli correlati

Mostra più articoli correlati

Hai qualche commento da fare?

0 su almeno 100 caratteri
Pflichtfeld Maximal length of comment is equal 80000 chars La lunghezza minima del commento è di 100 caratteri

Controlliamo tutti i commenti degli utenti nel giro di 48 ore, per assicurarci che provengano da persone reali come te. Siamo lieti che questo articolo ti sia stato utile e apprezzeremmo davvero se spargessi in giro la voce.

Condividi subito questo post con amici e colleghi:

Siamo sicuri che sarà utile per gli altri utenti. Il nostro team esaminerà la recensione e l'approverà entro.

Una volta al mese riceverai interessanti suggerimenti, trucchi e consigli dettagliati per migliorare le prestazioni del tuo sito web e raggiungere i tuoi obiettivi di digital marketing!

Sono davvero felice che ti piaccia!

Condividi con i tuoi amici!