Classifichiamo i fornitori in base a test e ricerche rigorosi, ma teniamo anche in considerazione la tua opinione e i nostri accordi commerciali con gli stessi fornitori. Questa pagina contiene link di affiliazione.Informativa sulla pubblicità.

Recensione 4Dem 2024 – La Migliore Alternativa A Mailchimp?

Roberto Popolizio Roberto Popolizio Esperto di email marketing

Una piattaforma di email marketing per le aziende con progetti a lungo termine. Il piano gratuito permette di inviare fino a 400 email al giorno seppur con qualche limitazione e la piattaforma è ricca di funzioni. Unico neo, per avere A/B test e altre funzioni spesso essenziali bisogna guardare perlomeno al piano Business.

Per approfondire, leggi la nostra recensione completa di 4Dem.

Panoramica

Una soluzione versatile per chi ha le idee chiare

4Dem si propone come software di email marketing a 360 gradi. Un bell’impegno, visto che già tante fra le migliori piattaforme di email marketing si propongono in italiano e pressoché nessuna è davvero in grado di soddisfare le esigenze di tutti.

Ecco perché sarebbe meglio chiedersi se 4Dem sia un buon compromesso oppure un servizio più di nicchia.

Dopo aver testato il piano gratuito posso confermare che 4Dem è una piattaforma molto flessibile in grado di soddisfare sia grandi che piccole imprese, mentre non lo consiglierei a chi non si è già fatto già le ossa con newsletter, DEM e compagnia bella, perché non ci sono piani di abbonamento mensili (paghi minimo un anno).

Ma andando al sodo, 4Dem fa al caso tuo?

Per provare perlomeno a toglierti qualche dubbio ho provato il piano gratuito, in tutto simile al piano Small, per scoprire i pro e contro di 4Dem.

Non ti resta che leggere fino in fondo e trarre le tue conclusioni.

4.4

Caratteristiche

Un tuttofare, ma non sempre facilissimo da usare

Appena faccio login nell’area personale vedo che le funzioni più importanti offerte da tutti i migliori tool di email marketing ci sono, anche se con delle limitazioni a seconda del piano acquistato: personalizzazione delle campagne, automation, segmentazione e creazione landing page (se non sai di cosa sto parlando, non preoccuparti, perché ti spiegherò tutto in questa recensione).

In particolare, nel piano gratuito che ho usato per questa recensione non avevo accesso al plugin E-commerce Plus e a funzioni avanzate di segmentazione e reportistica disponibili a partire dal piano Marketer.

L’interfaccia è semplice e pulita, anche se trovo vari elementi che potrebbero confondere soprattutto chi è alle prime armi con newsletter ed email marketing, se non altro per la nomenclatura. Esempio: il titolo della sezione “Campagne” mi ha fatto pensare alla pianificazione e invio di una campagna, che è il primo step nel nostro processo di vendita. Si tratta invece della reportistica sui risultati delle varie campagne che invieremo.

Poco male, perché iniziare una campagna è facile facile. Basta cliccare sui due bei pulsantoni in cima per aggiungere dei destinatari e iniziare a personalizzare il messaggio che invieremo.

Creazione Campagne, Template e Personalizzazione Email

Con 4Dem si possono aggiungere quanti contatti si vuole alle proprie liste, mentre è il numero di liste ed invii ad essere limitato. In compenso, c’è la possibilità di inviare anche SMS, che posso personalizzare in base agli stessi criteri delle mie email, che è comodo, ma va pagato un surplus per i crediti necessari.

Provando a creare la mia prima newsletter, noto che le opzioni per creare il messaggio sono parecchie, incluse alcune che non si trovano spesso, tipo la possibilità di estrarre i contenuti direttamente da una pagina web. Quest’ultima potrebbe tornare utile, ad esempio, per promuovere un prodotto sfruttando gli elementi di una pagina sul nostro sito che ha convertito bene in precedenza.

A seconda di quanto paghi avrai a disposizione una buona selezione di template ( la prova gratuita ne include solo 5), tutti belli esteticamente e talvolta anche con delle discrete immagini precaricate. Tuttavia, immaginando che la maggior parte di noi preferisca trovarsi delle foto il più uniche possibili, non resta che andarsele a cercare in rete perché su Drago (questo il nome dell’editor di 4Dem) di immagini pronte all’uso non ce ne sono.

Qui altri servizi come Mailup si sono presi la briga perlomeno di offrire una libreria di immagini sempre prese in rete e attivabili con un click, ma siamo anche su un’altra fascia di prezzo ed è comunque sempre meglio distinguersi dalla massa, usando immagini e foto uniche.

In ogni caso, stiamo pur sempre parlando di email e i modelli di 4Dem sono abbastanza leggeri da non intaccare la deliverability e responsive (si adattano automaticamente allo schermo del dispositivo su cui vengono visualizzati). In ogni caso potrai visualizzare l’anteprima di ogni mail sia in versione desktop che mobile.

modelli di email disponibili con 4dem
i modelli offerti da 4Dem sono tutti responsive, belli e funzionali

L’editor di 4Dem è il tipico drag & drop che trovi su quasi tutti i servizi di email marketing. Si possono aggiungere e modificare elementi con facilità, inclusi i campi dinamici, che sono essenziali per personalizzare le tue email in base ai dati del destinatario.

Già chiamare ogni contatto col suo nome è un passo avanti non da poco per rompere il ghiaccio, ma pensa se potessi anche ricordargli che oggi è il suo compleanno e per questo gli vuoi regalare un coupon personalizzato per acquistare quel prodotto che aveva aggiunto al carrello senza mai acquistarlo, magari con inclusa la spedizione verso la sua città!

Con 4Dem lo puoi fare, ma stiamo pur sempre parlando di una funzione che ci aspettiamo di trovare oramai su qualunque piattaforma per l’invio di newsletter. Mancano invece alcune funzioni, come la possibilità di aggiungere blocchi di codice HTML, inserire un timer ed altri elementi dinamici o generare un template in base al tuo logo e sito web. Tutte cose che la maggior parte degli utenti non userà in ogni caso, ma le faccio notare giusto per completare la recensione.

editor newsletter di 4dem
creare il template delle tue email è facile e veloce con l’editor drag & drop

Ma fra tutte le funzionalità avanzate nessuna è più importante secondo me della possibilità di fare A/B test, ovvero inviare varianti diverse della stessa mail ognuna a una parte del tuo database contatti, per capire quale delle due ottiene risultati migliori.

Al termine della campagna sapremo quale delle due colorazioni ha generato più vendite. Più avanti potremmo decidere di fare un altro test sull’oggetto della mail e/o sugli orari di invio della mail, per aumentare il tasso di apertura.

Studia pure e leggi tutte le guide su “come scrivere una email efficace” che ti pare, ma non c’è niente di meglio dell’esperienza diretta. Di gran lunga una delle armi più potenti nell’arsenale di chi si occupa di marketing, perché i consigli dei tanti esperti sul web non possono valere per tutti i casi e il mercato è incredibilmente vario.

Esempio di vita vissuta: una volta sono riuscito a migliorare la deliverability e il tasso di apertura di una campagna diretta a dei chiropratici testando due tipi di oggetto della mail diversi: al 50% dei contatti ho mostrato una domanda sul mal di schiena, mentre all’altra metà mi sono presentato con una barzelletta – sì, ha capito bene e credimi che funziona meglio di quanto pensi!

Fortunatamente, 4Dem la funzione di A/B testing ce l’ha… Sfortunatamente, solo a partire dal piano Business, che costa già più del doppio del piano più economico. Se gli A/B test sono irrinunciabili per te, allora prenderei in considerazione GetResponse, che li mette a disposizione a un costo molto più basso.

Per riassumere, se punti molto sull’estetica delle tue email, allora i piani a basso costo di 4Dem forse non bastano, ma in compenso mi è piaciuto molto come i template sono stati organizzati in base a varie caratteristiche e finalità d’uso, il che dovrebbe aiutarti nella scelta di quello più adatto a ogni campagna.

Gestione liste e Segmentazione

In quanto a soluzioni per creare una nuova lista hai l’imbarazzo della scelta, posso importare dei contatti da Excel, da Google Sheets, da un database MySQL, tramite API JSON o fare semplicemente copia incolla da un altro database. Già meglio di tanti altri che ti permettono di importare CSV e nient’altro.

Non basta? 4Dem ha sviluppato anche un plugin per WordPress e WooCommerce, oltre a una serie di integrazioni con vari strumenti di lead generation (non solo email), Google Form e Sheets, nonché tutti i maggiori CMS (inclusi Prestashop e Magento), Facebook Ads e Zapier.

Insomma, qualunque tipologia di business non avrà problemi ad automatizzare il processo di acquisizione contatti. Di contro, io ho provato a importare delle liste manualmente, in modo anche da testare i sistemi antispam di 4Dem (ne parliamo più avanti) e devo dire che non è stato proprio un gioco da ragazzi.

Non sono riuscito, infatti, a fare tutto al primo colpo, anzi. Ai primi tentativi di copia-incolla il sistema mi ha sempre detto che l’importazione era andata a buon fine, ma dei contatti nemmeno l’ombra, e in effetti ho visto nel report che tutti i contatti davano errore.

Il problema è presto spiegato: il sistema di 4Dem non riesce a separare autonomamente i campi di personalizzazione, cosa che mi aspettavo invece, se pensiamo che anche con tool molto basilari come VOXmail mi basta fare copia-incolla e loro pensano al resto.

Il consiglio quindi è di caricare un file in formato CSV/XLSX. Il supporto di altri formati, tipo TXT, VCF o ODS, sarebbe un punto in più, ma è un male minore.

Passando invece a un aspetto molto positivo, prima di completare l’importazione di ogni lista, 4Dem spiega in modo dettagliato quali tipi di liste non vanno bene e che i destinatari aggiunti devono aver dato il consenso. Lo ripeto spesso nelle mie review e molti lo danno ormai per scontato, ma credimi che non è così. Sono ancora tanti i software di email marketing, anche tra quelli blasonati, che ti permettono di aggiungere liste spam a più non posso senza battere ciglio. Non ti fidare MAI di chi non espone le sue politiche antispam e non le applica.

Detto questo noto anche con piacere che di dati importanti da visualizzare ce ne sono, inclusi alcuni non sempre presenti su altri tool come l’IP dell’iscritto, e abbiamo a disposizione anche un bel set di filtri per segmentare le nostre liste in base al comportamento dei contatti. Tuttavia, i dati anagrafici vanno aggiunti come campi personalizzati, che avrai a disposizione in numero variabile a seconda del piano scelto a partire da un minimo di 15. Già buono, ma da valutare in base al budget che hai.

opzioni per filtrare i contatti su 4dem
ottima scelta di filtri per segmentare i tuoi contatti

E proprio la segmentazione è un aspetto cruciale in una campagna di email marketing.

Perché? Per almeno tre ragioni:

  1. Raggruppando i tuoi contatti in base alle loro caratteristiche potrai inviargli contenuti più rilevanti
  2. Puoi inviare sequenze di mail con frequenze diverse in base a come i destinatari hanno risposto alle email precedenti, riducendo così il numero di email inviate al giorno e migliorando la deliverability
  3. Sapere a che punto si trova il contatto nel processo di vendita ti aiuterà ad ottimizzare il tasso di conversione di ciascuna email.

A seconda della tipologia di business e dei tuoi obiettivi avrai bisogno di dati di tipo diverso, ma in generale 4Dem mi ha permesso con pochi click di filtrare i contatti che si sono iscritti tre giorni fa e hanno aperto la mia ultima mail per poi cliccare sul link nel titolo.

Considerando che hai contatti illimitati su tutti i piani, oserei dire che 4Dem è uno strumento di profilazione dal buon rapporto qualità prezzo.

Per quanto riguarda la pulizia delle liste, sei libero di eliminare rapidamente uno o più contatti alla volta grazie alla funzione “Rimuovi iscritti”, che ti permette di selezionare i destinatari da rimuovere in base a una serie di criteri specifici, inclusi i campi di profilazione, il cui numero però varia in base al piano scelto.

Tieni a mente che stiamo parlando di rimozione definitiva dei contatti, quindi pensaci due volte prima di andare avanti e, consiglio spassionato, esporta ciascun contatto in un foglio Excel prima di eliminarlo. Se invece pensavi di ricontattarli in un secondo momento, c’è un’opzione avanzata per aggiungerli a una lista di soppressione specifica per la campagna, a cui si aggiunge una lista di soppressione globale, in cui verranno spostati automaticamente tutti i contatti disiscritti, quelli che ti hanno segnalato come spam e gli indirizzi email non raggiunti poiché non validi (il cosiddetto “Hard Bounce”).

Ovviamente, potrai ripristinare i tuoi contatti in una delle liste di soppressione in ogni momento, a patto che 4Dem lo permetta. Infatti, i contatti che ti hanno segnalato come spam dovranno comunicare il loro consenso direttamente a 4Dem, mentre gli indirizzi non validi verranno verificati nuovamente dalla piattaforma e se risultano ancora irraggiungibili, resteranno nella lista di soppressione. Questa è un’ottima dimostrazione dell’impegno di 4Dem nel combattere lo spam.

Detto questo, non ho trovato alcun sistema automatico di rilevazione spam trap o per mandare automaticamente in soppressione indirizzi email appartenenti a un certo dominio. In realtà poco male, perché sono in pochi ad avere automazioni del genere.

Landing Page

Una landing page è semplicemente una pagina sul tuo sito o un sito monopagina creata con lo scopo di generare un certo tipo di conversioni. Un esempio di conversione potrebbero essere gli iscritti nel caso di una newsletter.

Nelle mie recensioni ripeto spesso di non appesantire più di tanto le tue email con grafiche, immagini e quant’altro, mentre per le landing page vale l’opposto e mi aspetto che 4Dem offra un buon kit di template responsive e facilmente configurabili al fine di poter raccogliere tutti i dati che mi servono riguardo ai nuovi iscritti.

Se dovessi paragonarlo ai diretti concorrenti, direi che i template di 4Dem sono più belli esteticamente di tanti altri, ma tutti un po’ troppo simili fra loro nello stile grafico.

Poco male se si ha il tempo e la voglia di giocare col builder, che è di tipo drag & drop e molto facile da usare. Ho impiegato più o meno 11 minuti a realizzare una landing page con logo, testi, un timer con conto alla rovescia e altri elementi avanzati che anche su certi tool a pagamento non ho trovato.

Quindi bene dal punto di vista della personalizzazione grafica, anche se pure qui pesa il limite al numero di pagine che si possono creare: solo una col piano gratuito e poi a salire in base al piano acquistato.

template per landing page di 4dem
belli i template per le landing page di 4dem, seppur un po’ tutti simili

Altrimenti, nella sezione Lead Plus ci sono tre opzioni per creare dei semplici form di iscrizione da inserire su una pagina web dedicata o sul tuo sito, ma a breve saranno disponibili anche i form per pagine Facebook. Non manca niente, quindi, ma andiamo a testarne la facilità d’uso…

Creare un form con URL dedicato sarebbe un’ottima soluzione se non ti servisse una landing page più sofisticata; purtroppo però l’editor è estremamente limitato (non si possono nemmeno cambiare i colori).

modulo per creare pagine di iscrizione di 4dem
con 4Dem puoi inserire un form di contatto su una pagina a sé stante

Se invece preferisci appendere un modulo per iscriversi direttamente sul tuo sito, potrai decidere esattamente dove inserirlo (come finestra pop-up, in cima alla pagina ecc. ), ma anche qui la personalizzazione grafica è limitata e quindi un problema per chi ha dei colori specifici legati al proprio brand.

editor dei moduli di iscrizione di 4dem
puoi creare form di tutti i tipi, ma le opzioni di personalizzazione sono limitate

Da notare infine che qualunque opzione tu scelga non è possibile ospitare le landing page sul tuo dominio e quindi dovrai accontentarti di URL tipo questo:

“mailchef.4Dem.it/app/landingpages/pages/6087ce06d51d7000126763c5/render/be4Dem”.

Non un bel vedere, ma di solito non è un fattore così influente.

Automazioni

Non tutte le piattaforme di email marketing offrono delle automazioni e chi le offre non sempre le rende né facili da usare né efficienti. 4Dem permette di creare un flusso di email e/o SMS automatizzato a partire dal piano Marketer se hai meno di 12.000 contatti. Se devi invece creare più di una sequenza, considera la spesa per i piani superiori.

Anche qui troviamo un editor drag & drop molto intuitivo, al punto che mi sono bastati 5-10 minuti per creare un flusso automatizzato con email di benvenuto per i nuovi iscritti e successive email di introduzione a delle guide selezionate in base agli interessi dichiarati dal contatto al momento dell’iscrizione. Merito anche dei vari flussi preimpostati, che vengono resi selezionabili automaticamente solo se hai i dati necessari nella lista e puoi anche decidere liberamente quando inviare ogni messaggio della sequenza – ideale per migliorare l’open rate (tasso di apertura delle email).

template di email automation di 4dem
i classici flussi di email automation sono già belli e pronti su 4Dem

Ottima anche la possibilità di collegare un sito ecommerce alla piattaforma tramite un plugin, il che ti permetterà di creare campagne specifiche per il recupero dei carrelli abbandonati o in base ai risultati ottenuti da ciascun prodotto. Da notare che si tratta però di un’opzione a pagamento .

L’unico aspetto su cui 4Dem è meno versatile è la gestione dei contatti, che non possono essere aggiunti o modificati nei flussi già in corso e non vengono classificati automaticamente in base al loro comportamento (click, aperture ecc. ). Alcuni tool permettono di creare un flusso a parte per fare questo e dare così un punteggio al livello di coinvolgimento di ciascun contatto (il cosiddetto “scoring”), ma 4Dem non è uno di questi.

Morale della storia, le automazioni su 4Dem ci sono e sono molto efficienti, ma le trovi disponibili solo a partire dai piani di fascia più alta, il che lo mette pericolosamente in competizione con ActiveCampaign, che da questo punto di vista ha ben pochi rivali. Altrimenti, se vuoi spendere meno prova Sendinblue che offre l’email marketing automation su tutti i piani di pagamento.

4.2

Consegnabilità

Le basi ci sono, ma… un servizio di DEM che vende liste???

Finora abbiamo visto come 4Dem può aiutarci nella creazione di email, ma queste email poi vanno inviate rispettando le norme europee ed evitando di venire etichettati come spam o mail promozionali. In altre parole, la nostra piattaforma di direct email marketing dev’essere conforme al GDPR e garantire un’ottima deliverability.

Ma se ora ti aspetti di vedere qualche tabella con le solite percentuali di deliverability dopo aver inviato qualche migliaio di emal a caso che trovi sempre sui blog “di settore”, mi spiace deluderti, ma sappi che questi test servono a poco e nulla e quindi non troverai niente del genere su Website Planet. I motivi li abbiamo spiegati nella nostra guida alla email deliverability.

A prescindere da cosa ti raccontano i tanti fuffaguru là fuori, l’unica cosa che puoi davvero fare è capire se un tool di email marketing offre tutti gli strumenti necessari per ottimizzare l’email deliverability.

Nella fattispecie, mi aspetto che 4Dem abbia almeno quattro elementi di base:

  • Autenticazione DKIM e magari anche SPF
  • Che applichi per davvero politica antispam e la esponga chiaramente sul suo sito
  • Che prenda una posizione chiara nei confronti dell’affiliate marketing
  • Che permetta di utilizzare un IP dedicato

Partiamo subito col piede giusto, perché l’autenticazione DKIM è attivabile subito dopo aver aggiunto il nostro indirizzo email che useremo come mittente, mentre L’attivazione dello SPF va fatta tramite il servizio Sender Plus.

Tuttavia, trattandosi di operazioni non proprio da neofiti, mi sarei aspettato di trovare perlomeno un link verso la guida specifica. Mettendomi nei panni di chi è agli inizi, se leggo “Aggiungi il seguente record CNAME sul tuo server dns”, cosa dovrei capire? Meglio farsi aiutare dal supporto tecnico via chat, perché anche la guida che ho trovato sul loro sito non aiuta più di tanto.

autenticazione dkim di 4dem
l’autenticazione DKIM con 4Dem non è proprio a prova di neofita

Leggendo i termini e condizioni, trovo scritto che 4Dem vieta espressamente ogni forma di affiliate marketing e questo è un bene, perché ancora troppe compagnie di email marketing permettono ai loro utenti di inserire link affiliati nelle loro newsletter.

Per chi non lo sapesse, ecco come funziona l’affiliate marketing via email: sulla mail trovi un link che manda verso un sito, ci clicchi, ti si apre una pagina di vendita e se compri chi ti ha inviato la mail si becca una commissione. Questo non è per forza un male, c’è anche chi lo fa in buona fede, ma basta uno spammer in cerca di soldi facili per intaccare la reputazione del server su cui ti trovi anche tu. In altre parole, un tool di email marketing che permette l’affiliate marketing potrebbe dare problemi di deliverability.

Non tutti i tool di invio newsletter permettono di sfruttare il proprio server come mittente. Con 4Dem è possibile avere una configurazione personalizzata dell’indirizzo IP solo acquistando il piano Enterprise. Da valutare, quindi, in base alle tue esigenze, perché potresti ritrovarti a spendere tre volte tanto.

Altro punto a favore, la prima sequenza di email che ho provato ad inviare è stata controllata ed approvata dal team di 4Dem, che è un altro segno di buona volontà nel bloccare lo spam sul nascere da parte loro, ma di sicuro non basta ed ecco perché ho voluto verificare se è presente anche un sistema di rilevamento automatico di contatti spam al momento in cui li aggiungo.

Ho fatto proprio quello, ho preso una lista di indirizzi spam e li ho importati su 4Dem. Il risultato non mi ha convinto un granché, dato che solo 6 indirizzi spam su 198 sono stati rimossi. Devo dire però che l’unico finora ad aver passato questo test è GetResponse.

report bounce rate di 4dem
192 spam contatti su 202 totali non rilevati al momento dell’importazione

Possiamo dire, insomma, che 4Dem mette a disposizione diversi strumenti utili e mostra di impegnarsi contro lo spam almeno tanto quanto gli altri grossi nomi del settore, quindi ti puoi fidare, mentre più importante sarebbe capire se puoi fidarti di te stesso, perché la realtà è che i maggiori problemi di deliverability sono spesso causati dai nostri errori (chi scrive questa recensione ne è un esempio lampante!), ma è più facile dare la colpa al server o a fattori esterni. Piuttosto, preoccupati di aver fatto tutto quel che serve per ottimizzare la tua email deliverability.

Detto questo, devo far notare qualcosa che mi ha colpito e non proprio in positivo: 4Dem vende liste sul proprio sito, cosa che trovo quantomeno strana per un servizio di email marketing. Premesso che le norme a riguardo lasciano ancora troppo spazio a interpretazioni e che tutte queste aziende il consenso potrebbero anche averlo dato, l’acquisto di database è da sempre una pratica rischiosa e ho quindi ritenuto giusto portare alla luce questo aspetto, pur sapendo che potrebbe far storcere il naso a tanti. L’unico fatto che ho potuto riscontrare con certezza è che con 4Dem una buona parte delle tue email arriverà a destinazione. Punto.

4.5

Analitici e rapporti

Bella e chiarissima, ma manca qualcosa

Giunti a questo punto, abbiamo creato una bella serie di email e ottimizzato la nostra deliverability, ma questi sforzi restano fini a sé stessi finché non portano risultati e per rendere le mie email sempre più efficaci ho bisogno che 4Dem mi mostri tutti i dati necessari al fine di capire cosa sta funzionando e cosa no nelle mie campagne.

Dopo nemmeno mezz’ora dall’invio della mia prima newsletter, la dashboard mi mostra già quanti utenti hanno aperto le mail e quanti hanno cliccato sul link inserito. Quindi le basi ci sono, ma mi ha fatto piacere poter contare sia gli hard bounce che soft bounce (ovvero tutte le mail non recapitate per qualche motivo tecnico), le segnalazioni di spam e i disiscritti. E se termini come questi non ti dicono niente, questa volta 4Dem ha fatto un bel lavoro nell’inserire un glossario (cerca il pulsantino in alto a destra).

report campagna email di 4dem
belli e funzionali i report di 4Dem

Utili anche le altre dashboard che mi permettono di selezionare chi ha aperto o cliccato usando un certo dispositivo, o da un dominio specifico. Per vedere invece una panoramica delle posizioni geografiche dei destinatari, del sistema operativo che usano e altre metriche dovrai passare ai piani di pagamento superiori.

Poco male. 4Dem mostra una buona mole di dati su cui lavorare in una veste grafica bella e intuitiva sin dal paino più economico.

report open rate e ctr di 4dem
anche i report specifici su aperture e click sono chiarissimi e quasi completi di tutto

Unica vera pecca, manca la possibilità di segmentare automaticamente i contatti analizzati in base a criteri di mia scelta, per poi inviargli una mail specifica in base a come hanno reagito precedentemente, che sarebbe di gran lunga il modo migliore per ottimizzare le proprie campagne, ma questi sono problemi risolvibili giocando un po’ coi filtri.

4.3

Assistenza

Niente chat, ma tante opzioni per tutte le tasche

Passiamo ora a uno dei punti cruciali che non deve mai mancare, eppure molti ancora non capiscono quanto sia essenziale: il supporto al cliente.

Forse ovvio, trattandosi di un’azienda made in Italy, ma il supporto è curato da un team di italiani madrelingua e fin qui bene, visto che con la maggior parte dei servizi internazionali verrai assegnato a qualcuno che parla bene italiano, ma non perfettamente oppure riceverai risposte chiaramente tradotte da un bot.

Mi dispiace invece constatare che non c’è una vera e propria live chat, che è di gran lunga il sistema migliore per assistere i clienti. Devo però ammettere che il supporto tecnico via ticket è sempre stato abbastanza rapido nel rispondere alle mie domande e mettermi anche in contatto col reparto commerciale, che si è rivelato anch’esso efficiente e disponibile.

Mi hanno sempre risposto in giornata, spesso nel giro di un’ora come quando gli ho chiesto se fosse possibile usare il proprio IP per inviare le mie newsletter.

assitenza clienti via chat di 4dem
Supporto clienti sempre disponibile ed esaustivo

Mi è piaciuto anche come abbiano passato subito la palla alla collega più qualificata per rispondere alla mia domanda, che non si è fatta aspettare.

supporto clienti via mail d 4dem
sia il team commerciale che quello tecnico non mi hanno certo fatto perdere tempo

Tuttavia, i tecnici di 4Dem non si sono tirati indietro quando c‘è stato bisogno di un intervento in prima persona quando ho avuto problemi con l’autenticazione DKIM.

4DEM Review
pronti anche a fare il lavoro sporco per me. Benissimo!

Massima efficienza, quindi, ma attenzione a chi usa il piano Freemium, nel qual caso il supporto via ticket sarà disponibile solo nei primi 30 giorni. Considerata la spesa minima, io valuterei di iniziare già col piano a pagamento di base per avere un supporto così sempre a disposizione.

Detto ciò, in caso di vera emergenza telefonare resta l’unica vera soluzione, ma tieni a mente che rispondono solo in orario d’ufficio (9-18).

Per i più esigenti poi ci sono anche i servizi di supporto dedicato via chat e/o telefono a pagamento, che possono essere aggiunti su qualsiasi piano.

Se poi ti ritrovi in qualche guaio all’infuori degli orari d’ufficio, puoi sempre provare a cercare le tue risposte sul sito di 4Dem, dove troviamo un vero e proprio manuale, che loro chiamano “academy”, completo e ben scritto, anche se alcune guide non si sono rivelate sempre a prova di neofita.

In conclusione, l’impegno per dare supporto al cliente c’è e si vede, anche se la mancanza di un supporto 24/7 su tutti i piani si fa sentire. Come molti altri servizi, hanno due team, uno commerciale e uno tecnico, che si sono avvicendati nel risolvere i miei problemi, proponendo sempre soluzioni e non solo linkando alle guide, che sono ben organizzate nella sezione University, ma non sempre di grande aiuto.

4.3

Prezzi

Massima flessibilità, ma solo per chi ha le idee chiare

Partiamo subito col dire che 4Dem offre una marea di opzioni, forse anche troppe fra i vari piani e prodotti aggiuntivi. A chi non ancora non sa esattamente cosa gli serve, consiglio di farsi assistere dal supporto commerciale prima di scegliere.

Gli abbonamenti di 4Dem garantiscono contatti illimitati e il prezzo varia in base al numero di email da inviare ogni mese. Tutti i piani a pagamento permettono un minimo di 12.000 email mensili, che puoi aumentare fino a raggiungere un massimo di 100.000 email mensili e più ne aggiungi meno pagherai per singola mail.

Più conveniente, quindi, di altri servizi che offrono contatti illimitati, tipo Sendinblue, che però sin dal piano Lite include SMS e molti più template per personalizzare le tue mail. Di contro, con lo stesso piano di Sendinblue non puoi creare landing page, cosa che puoi fare con 4Dem seppur con qualche limitazione.

Capisci bene l’importanza di avere le idee chiarissime prima di scegliere, ma io consiglio il piano Marketer che ha già le automazioni e funzioni necessarie per delle campagne B2B al giusto prezzo. Costa pochi euro in più rispetto al piano Small, che resta comunque un buon punto di partenza se non hai bisogno di A/B testing e altre opzioni avanzate.

Alternativamente, chi invia newsletter occasionalmente può acquistare dei crediti, che ti permetteranno di inviare dalle 5000 a un milione di mail. Tenendo in considerazione che le funzionalità incluse saranno quelle del piano Marketer, se non hai bisogno di personalizzazioni e reportistica avanzate, allora VOXmail potrebbe essere un’alternativa più economica, oppure GetResponse se ti serve anche l’A/B testing.

In ultimo, 4Dem permette una demo gratuita per sempre col suo piano Freemium, che permette di inviare 400 email al giorno, per un totale di 12000 al mese verso un numero illimitato di contatti. Mancano molte opzioni avanzate e anche quelle di base sono piuttosto limitate, a partire dal fatto di poter creare solo una lista e non poter esportare i dati degli iscritti e il supporto via ticket disponibile solo per 30 giorni. Serve solo a chiarirti le idee, dopodiché non esitare a fare il passo verso i piani successivi. Il piano Small ti mette già a disposizione un buon arsenale di base e il supporto, restando però carente nella fase report.

Peccato, quindi, non poter provare gratis anche le opzioni disponibili solo sui piani più costosi prima di acquistare, ma perlomeno ti eviti brutte sorprese, come potrebbe invece succedere con altri che ti fanno provare tutto gratis, ma sei sicuro di avere il budget anche per le funzioni offerte solo nei piani top di gamma?

In effetti 4Dem è molto flessibile e per passare da un piano a quello immediatamente successivo si pagano pochi euro. L’unico forse più economico in assoluto sarebbe VOXmail, ma stiamo parlando di una piattaforma volutamente più scarna e priva di molte funzioni offerte invece da 4Dem. Un tool diverso per obiettivi diversi.

Fai solo attenzione a una cosa: i piani di 4Dem mostrano, sì, il prezzo mensile, ma nessuno di questi può essere acquistato su base mensile. Devi pagare almeno per un anno in anticipo senza possibilità di rimborso.

I metodi di pagamento accettati sono PayPal, bonifico bancario o carta di credito nel circuito Visa, Mastercard o Maestro. Ribadiamo anche che sono disponibili solo abbonamenti su base annuale.

A chi ha già esperienza con software di email marketing consiglio di partire direttamente dal piano Marketer, disponibile a partire da $29.00 al mese

Confronto

Come 4Dem si confronta con la concorrenza?

Active CampaignConfrontaIl nostro punteggio4.8Confronta
SendinblueConfrontaIl nostro punteggio4.7Confronta
4DemConfrontaIl nostro punteggio4.3Confronta
StreamSendConfrontaIl nostro punteggio3.9Confronta

4Dem Recensione: Conclusione

Tutto sommato, 4Dem si è dimostrata una piattaforma molto versatile per il prezzo, a patto che tu sappia esattamente cosa vuoi. Dico questo, perché le funzioni a disposizione sono tante e il piano gratuito di prova non ti permette di usarle tutte, oltre al fatto che elementi fondamentali per tanti marketer (vedi A/B test) sono disponibili solo a partire dal piano Business, che non è certo alla portata di tutti.

Qualche volta mi sono trovato in difficoltà per capire dove andare anche per delle operazioni talvolta basilari. Tuttavia un po’ di tempo per imparare a usare una piattaforma con così tante cose è comunque prevedibile. Il servizio clienti sarebbe già una soluzione a questo problema, ma non essendoci una chat i tempi di risposta si allungano un po’ (ma non resterai mai senza risposte per più qualche ora se li contatti nei giorni feriali).

Tutto sommato, lo prenderei in considerazione solo se hai già un piano a lungo termine e preferisci avere l’assistenza in italiano, altrimenti consiglierei ActiveCampaign tra gli altri tool di email marketing che abbiamo provato.

FAQ

4Dem offre un piano di prova gratuito?

4Dem mette a disposizione un piano freemium, ovvero gratis ma con funzionalità limitate, il che è ottimo per imparare a usare la piattaforma, ma non permette di capire a fondo se è il servizio giusto per le proprie esigenze.

4Dem vale il prezzo?

4Dem può essere un buon servizio di email marketing per chi già pianificato la sua campagna e preferisce l’assistenza in italiano, altrimenti meglio optare per uno tra i migliori tool di email marketing che abbiamo recensito.

4Dem è facile da usare?

4Dem è una piattaforma di email marketing facile, ma non facilissima, viste le tantissime funzioni a disposizione che a volte non si trovano proprio intuitivamente, ma il supporto clienti via ticket è comunque molto disponibile (anche se non presente 24/7).

Qual’è il piano migliore di 4Dem?

Per avere un servizio davvero completo, bisogna perlomeno partire dal piano Business, che non è però super economico, altrimenti il piano Marketer è un buon punto di partenza seppur con qualche limitazione.
Roberto Popolizio Roberto Popolizio
Roberto è uno specialista SEO che dal 2011 aiuta negozi e-commerce e business locali nella promozione del loro brand e ad aumentare il traffico sul web. Quando non sta ottimizzando qualche pagina web o generando backlink per uno dei suoi clienti in giro per il mondo, gli piace perdersi per le strade dell’Asia con la sua moto.
Recensioni degli utenti
Sii il primo utente a lasciare una recensione su 4Dem in italiano!
Scrivi una recensione
Rispondi alla recensione
Rispondi
Visita 4Dem
reply
it
Errore
onclick="trackClickout('event', 'clickout', 'Visit User Reviews', '4dem', this, true );"
View 1 reply
Visualizza %d risposte
Condivisione in famigliaCondivisione multiutenteSupporto di espertiBackupSincronizzazione intelligenteSoluzione personaleSoluzione aziendaleOpzioni per teamCartelle offlineCronologia e ripristino dei file
4Dem Alternative
Active Campaign
Il nostro punteggio
4.8
Tantissimi strumenti ideali per i business in crescita
Leggi la recensione
GetResponse
Il nostro punteggio
4.5
Soluzione ideale per le piccole imprese
Leggi la recensione
Benchmark
Il nostro punteggio
4.5
A prova di principiante e potente al contempo
Leggi la recensione
Sendinblue
Il nostro punteggio
4.7
Prezzi abbordabili per le aziende in crescita
Leggi la recensione
2856354
La migliore deliverabilityimage

Converti i tuoi lead in vendite 

Scegli fra centinaia di modelli di e-mail per campagne efficaci.